Iniziativa "Viva!" in occasione della settimana europea di sensibilizzazione all'arresto cardiaco

imagesCARDQ5UHLa settimana dedicata alla sensibilizzazione nei confronti dell'arresto cardiaco, svoltasi dal 13 al 19 ottobre, ha riscosso un grandissimo successo. 

A partire dal 13 ottobre è possibile sostenere il Comune di Vercelli con donazioni volte a diffondere la cultura dell'emergenza cardiologica, l'educazione e l'addestramento dei cittadini alla defibrillazione precoce e a dotare i luoghi di maggior affluenza di defibrillatori semiautomatici esterni.”
Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico bancario intestato a: Tesoreria Comune di Vercelli CF/PI 00355580028 - IBAN IT 91 x 06090 22308 000052666620 - Causale: Progetto Viva!

Leggi il programma

Nuovo ambulatorio per la cura dell'obesità e sovrappeso

obesitaDal 13 ottobre è operativo presso il Sant’Andrea di Vercelli un nuovo ambulatorio dedicato all’obesità e al sovrappeso. L’ambulatorio è rivolto oltre che ad adulti con obesità o franco sovrappeso (BMI ≥ 28) anche ad adulti con BMI tra 25 e 28 (lieve sovrappeso) purché in presenza di patologie associate all'eccesso di peso e sensibili alla dieta (es. diabete, dislipidemie, ipertensione, iperuricemia, steatosi epatica, sindrome delle apnee ostruttive nel sonno, patologie osteoarticolari e disabilità).

Leggi tutto: Nuovo ambulatorio per la cura dell'obesità e sovrappeso

Nuovo sistema Home Tao per i pazienti in trattamento presso l’Ambulatorio Terapia Anticoagualante

LOGO EASY TAODa martedì 8 ottobre sarà operativo il nuovo sistema “homeTAO”, servizio attivato a disposizione dei pazienti in Terapia Anticoagulante Orale (TAO) presso l’Ambulatorio del Servizio Trasfusionale dell’Ospedale S. Andrea di Vercelli e del Presidio Polifunzionale di Santhià.

HomeTAO offre la possibilità di ricevere tramite fax o e-mail la prescrizione terapeutica, con lo schema delle dosi giornaliere da assumere nel periodo che intercorre fra un controllo e quello successivo. La trasmissione della prescrizione avviene in modalità sicura e protetta direttamente attraverso il nuovo sistema.I pazienti in trattamento continueranno quindi a ricevere le terapie secondo le modalità concordate ma semplicemente da un nuovo mittente.

I dettagli del nuovo sistema sono consultabili alla pagina del Servizio Trasfusionale