Servizio Osservatorio Epidemiologico

Servizio Osservatorio Epidemiologico

 

Direttore: Prof. Fabrizio Faggiano

 

Sede: Vercelli c/o Piastra Ambulatoriale, largo Giusti 13 - IV piano

e-mail: epidemiologia@aslvc.piemonte.it

 

Direttore:

fabrizio.faggiano@uniupo.it  - 0161593395

 

Equipe

dott.ssa Antonella Barale - antonella.barale@aslvc.piemonte.it  – 0161593976

dott.ssa Daniela Alessi - daniela.alessi@aslvc.piemonte.it  – 0161593492

 

Collaboratori

dott.ssa Tiziana Cena

dott. Alessandro Coppo

dott.ssa Veronica Sesia

 

Attività

Il Servizio Osservatorio Epidemiologico[1] nasce grazie all’attuazione di un protocollo d’intesa fra Università del Piemonte Orientale (UPO) e ASL di Vercelli (delibera DG 1003-21/11/2016).

Svolge le attività di sorveglianza epidemiologica e promozione della salute e garantisce la programmazione delle attività e dei progetti di prevenzione.

Favorisce l’adozione di procedimenti e metodi supportati da evidenze, allineati agli standard internazionali, costantemente aggiornati e migliorati attraverso la ricerca e l’individuazione delle pratiche migliori.

Integra e coordina più settori e più livelli (sanità, servizi sociali, ARPA, istruzione, amministrazioni, enti, associazioni, ordini professionali, ecc.) per l’adozione di progetti comuni nel quadro delle politiche per la salute.

 

 

Funzione aziendale di Epidemiologia

La Funzione di Epidemiologia è svolta a supporto delle esigenze aziendali, sia in contesti di attività routinarie, sia per progetti specifici, attraverso attività di sorveglianza epidemiologica, consulenza, studio e ricerca per la pianificazione strategica.

Viene effettuata attività di analisi e descrizione del profilo di salute della popolazione locale e regionale attraverso l’uso di fonti routinarie di informazione (dati demografici, di mortalità ecc.) e di indagini conoscitive mirate, in particolare delle sorveglianze di popolazione PASSI e PASSI d’Argento, di cui è coordinata la realizzazione.

Vengono realizzati report funzionali alla programmazione del Piano Locale della Prevenzione e alla predisposizione della relazione sociosanitaria aziendale e di relazioni per eventi formativi, tali report vengono anche resi disponibili alle strutture sanitarie e socio-assistenziali coinvolte nell’uso e nella gestione di queste informazioni.

L’attività di pianificazione, sviluppo e coordinamento di progetti in tema di prevenzione primaria e secondaria vede un impegno particolare all’interno del Programma aziendale delle attività territoriali - PAT in cui è sviluppato e coordinato il Macroprogetto “Prevenzione delle Malattie Croniche Non Trasmissibili”.

La referente della funzione di epidemiologia, referente del Programma “Governance” del Piano locale di prevenzione (PLP), ne programma e realizza le azioni per il conseguimento degli obiettivi e a fianco del coordinatore del PLP dà inoltre supporto metodologico all'elaborazione dei programmi e al monitoraggio delle attività dei vari Programmi del PLP.

Nell’ambito della funzione epidemiologia vengono inoltre organizzati specifici eventi formativi per la prevenzione, la promozione di stili di vita salutari e per la divulgazione delle attività e dei risultati dei progetti messi in atto dall’Osservatorio.

 

Registro tumori

L’attività del Registro tumori è stata avviata con il Progetto “Estensione della registrazione dei tumori dalla Provincia di Biella alla Provincia di Vercelli” (Deliberazione n. 364, ASL VC 30.05.2011), nell’ambito del Piano Regionale della Prevenzione 2010-2012 (DGR 37-1222 del 17.12.2010) e successive proroghe, che hanno dato avvio ad un progetto di estensione progressiva della registrazione dei tumori con l’obiettivo di raggiungere la copertura regionale. Il registro tumori delle province di Biella e Vercelli è stato accreditato dalla Associazione Italiana Registri Tumori il 14 Dicembre 2014.

Attualmente è terminata la registrazione dei casi per il periodo 2007-2010 e sono disponibili dati di incidenza e mortalità codificati secondo le regole internazionali di registrazione dei tumori e confrontabili a livello regionale e nazionale.

Il “Programma di Estensione della Registrazione dei Tumori all’intera Regione Piemonte”, previsto dal Piano Regionale della Prevenzione (PRP) 2010-2012, ha portato alla istituzione di un Registro Tumori per l’intera Regione Piemonte (RTP) che si propone di coprire la raccolta dati per l’intera regione a partire dal triennio 2013-2015, tuttavia per non perdere le competenze in ambito di epidemiologia dei tumori di Vercelli, e per poter disporre di una base dati locale, da utilizzare per le valutazioni di rischio di tumori nei diversi progetti dell’ASL, il programma del registro tumori prevede il completamento della rilevazione fino all’anno 2012 entro il 2018. Verrà successivamente avviata collaborazione con il RTP per la raccolta e la valorizzazione dei dati a livello locale.

 

Gestione delle basi dati sanitarie (Programmi di lavoro 2018)

L’Osservatorio Epidemiologico, in accordo con l’Ufficio Qualità e il Controllo di Gestione della ASL, attraverso l’implementazione di una metodologia rigorosa, garantisce l’accesso alle basi dati sanitarie necessarie per il monitoraggio epidemiologico, la programmazione sanitaria (mortalità, ricoveri, accessi in pronto soccorso, accesso agli ambulatori, consumo di farmaci) e al fine di rendere disponibili tali flussi di dati a tutti gli uffici e i servizi dell’ASL che ne avessero necessità.

 

Progetto Dedalo UFFICIALE

Dato l’invecchiamento della popolazione italiana, che porta un aumento della prevalenza di malattia nella popolazione e mina la sostenibilità del sistema del welfare, è necessario aumentare l’investimento in prevenzione al fine di posticipare l’inizio della malattia cronica e aumentare il benessere della popolazione.

Obiettivo del Progetto “Dedalo, volare sugli anni” è promuovere l’invecchiamento sano, attraverso la messa in rete di tutti i soggetti e la promozione di iniziative che possono contribuire alla prevenzione delle malattie, alla riduzione delle recidive e dei ricoveri, al miglioramento del benessere dei cittadini.

Per l’attuazione di questo progetto l’ASL VC ha avviato una stretta collaborazione con il Comune di Vercelli, l’Università del Piemonte Orientale, il circuito museale vercellese e numerose associazioni attive sul territorio.

Dedalo ha realizzato un calendario di appuntamenti (conferenze tematiche, incontri con specialisti, corsi di ginnastica e attività sportive di vario genere e “inviti all’arte”) che si riferiscono a 3 percorsi: il Percorso Dedalo della Buona Alimentazione, del Muoversi Insieme e della Meraviglia e dello Stupore. E’ inoltre al via il Percorso della Riscoperta del Territorio, dedicato alla conoscenza delle peculiarità e dei sapori del territorio vercellese (vd. www.aslvc.piemonte.it/aree-tematiche-dedicato-a/dedalo-volare-sugli-anni).

 

 

Progetto Ambiente e Salute

I frequenti allarmi per la salute della popolazione e le numerose richieste di approfondimento avanzate di volta in volta da Comuni, Associazioni o gruppi di cittadini, oltre che pressioni politiche e interpellanze hanno determinato nel tempo la promozione di ricerche di qualità variabile, a volte in contraddizione fra di loro.

L’obiettivo del Progetto Ambiente e Salute dell’Osservatorio Epidemiologico è quello di dotare l’ASL di Vercelli delle capacità di misurare i rischi per la salute a cui è sottoposta la popolazione, stimandone il reale impatto, proporre una risposta ai bisogni di salute così evidenziati con interventi di screening e di prevenzione, identificare bisogni di conoscenza ancora da soddisfare e comunicare alla popolazione in modo scientificamente rigoroso.

E’ stato istituito un gruppo di lavoro interistituzionale, coordinato dall’Osservatorio Epidemiologico, che include diversi servizi dell’ASL (Epidemiologia, Registro tumori, SPRESAL, SISP, etc), l’ARPA, la Provincia e il Comune di Vercelli e l’Università del Piemonte Orientale.

Il progetto si articola in diverse fasi che andranno dalla costruzione di una mappa dell’ambiente a Vercelli, che consentirà l’organizzazione di tutti i dati disponibili in una mappa interattiva e l’identificazione delle priorità di approfondimento epidemiologico, all’analisi dei dati per lo sviluppo delle risposte di salute fino alla comunicazione con i cittadini e le associazioni interessate

 


[1] DGR 18-6742 del 13/04/2018

ASL VC - Azienda Sanitaria Locale di Vercelli
Sede Legale: C.so Mario Abbiate n. 21 - 13100 - Vercelli
Telefono centralino: 0161-593111 - Centralino Borgosesia: 0163-426111
E-mail certificata: aslvercelli@pec.aslvc.piemonte.it - CODICE FISCALE E PARTITA IVA 01811110020

Codice Unico Ufficio di IPA dell'A.S.L. "VC": UF9H8T

                    Redazione sito web a cura Settore Comunicazione ASL VC - Informativa sulla Privacy Logo di certificazione dell'accessibilità del sito secondo gli standard W3C tripla A