Impegnative per esami

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

Cos'è l'impegnativa

L’impegnativa è il documento sanitario che autorizza l’esecuzione degli esami in esso elencati.

Contenuti della sezione:

Impegnative per esami

Esami per la gravidanza fisiologica

N.B. Se non ricorrono le situazioni specificate nelle impegnative 05-09-12 il percorso sarà facilitato eliminando le relative impegnative [esempio se la donna è immune per toxoplasmosi si potranno senza dubbio togliere la 06,10,12].

 

 

Impegnative per gli esami

Le impegnative che si trovano in questa sezione servono per effettuare gli esami di laboratorio e le ecografie in esse indicate presso i laboratori pubblici della Regione Piemonte compresi gli ospedali Gradenigo e Cottolengo di Torino.

Alcuni esami eseguiti nelle gravidanze precedenti non vanno ripetuti. Pertanto si raccomanda di portare al primo controllo gli esami (Gruppo sanguigno, Toxo test, Rubeo test, Elettroforesi dell’Emoglobina, ecc.) effettuati in gravidanze precedenti, al controllo preconcezionale o in altra situazione.

Gli esami scritti in rosso sono indicati solo nelle situazioni specificate sulla impegnativa.

Per essere valida l’impegnativa deve essere compilata in ogni sua parte e deve avere incollata, nell'apposito spazio, l'etichetta adesiva con il codice a barre.

Per riconoscere l’etichetta adesiva corrispondente all’impegnativa confrontare le ultime due cifre del codice numerico sotto al codice a barre (numeri evidenziati nei cerchi rossi nell'esempio riportato a lato) con il numero dell'impegnativa. Sul retro delle impegnative è possibile leggere alcuni consigli per l’esecuzione corretta degli esami.

Al momento della prenotazione telefonica tramite CUP conviene avere a disposizione:

• l'Agenda aperta alla pagina dell'impegnativa per l'esame che si vuole prenotare

• una penna per annotare l'appuntamento

 

L'operatore richiederà:

 il numero dell'impegnativa (quello dell'etichetta adesiva). La lettera finale in tutte le impegnative è la G che corrisponde alla parola gravidanza

il numero di tessera sanitaria/codice fiscale. Per gli straniere temporaneamente presenti il numero STP-ENI rilasciato dai centri ISI oppure il numero della tessera TEAM

il cognome e nome della donna che dovrà fare l'esame

il tipo di esami richiesti che sono elencati sull'impegnativa

L’operatore proporrà il primo appuntamento disponibile negli ospedali della provincia. La donna potrà scegliere, in base alle proprie esigenze (di tempo, vicinanza a casa, concomitanza con altri esami) l’appuntamento più conveniente per lei.

Al termine l’operatore comunicherà la data della prenotazione e il nome del laboratorio o del servizio di diagnostica presso il quale è stata effettuata la prenotazione.

 

 

Esami per la gravidanza fisiologica

Gruppo Sanguigno

Per eseguire l'esame potrebbe essere richiesto un documento di identità al fine di verificare la correttezza dei dati indicati.

Protocollo Regionale per l’identificazione delle incompatibilità Rh in gravidanza e relativa profilassi nelle donne a rischio di immunizzazione.

1. Al momento del primo controllo in gravidanza la donna viene sottoposta a specifica anamnesi immunoematologica delle gravidanze precedenti e viene richiesta la documentazione del Gruppo sanguigno:

  • se tale documentazione è prodotta da un Centro Trasfusionale non si ripete la determinazione e la fotocopia viene allegata all’Agenda di Gravidanza
  • se la documentazione è assente o prodotta da laboratorio diverso dal Centro Trasfusionale, si procede alla determinazione del Gruppo sanguigno, prestazione 90.65.3 del Nomenclatore tariffario regionale.

2. La documentazione del Gruppo sanguigno, in ogni caso, deve essere allegata alla cartella clinica al momento del ricovero per parto e copia deve essere inviata al Centro Trasfusionale al momento del parto.

3. I Servizi Trasfusionali ogni qualvolta determinino il Gruppo sanguigno ad un soggetto di sesso femminile di età compresa tra 1 anno e 50 anni sono tenuti ad inserirlo nel programma del CRCC per la costruzione della Banca dati regionale ai fini della sicurezza e del contenimento della spesa per le ripetute determinazioni richieste nel corso della vita dell’individuo.

4. A l primo controllo in gravidanza per tutte le donne è richiesto il test di Coombs per la ricerca di eventuali anticorpi antieritrocitari del sistema Rh e irregolari (impegnativa N. 01 dell'Agenda di Gravidanza).

5. Il test di Coombs viene ripetuto a tutte le donne a 28 settimane, l'impegnativa è la N. 08 dell'Agenda di Gravidanza.

Per quanto concerne la preparazione al prelievo, il digiuno è obbligatorio per la glicemia e l’OGTT. La cena precedente al prelievo deve essere come da abitudine senza eccessi o restrizioni particolari.

Esame completo urine

Lavare accuratamente i genitali esterni con acqua e sapone.

Per l’esame delle urine completo è meglio raccogliere un campione delle prime urine del mattino dopo il riposo notturno e sempre dopo almeno 3-4 ore dall’ultima volta che si è urinato. Il campione va raccolto, in una provetta, dopo avere eliminato il primo getto di urina, (per praticità è possibile urinare in un bicchiere di carta pulito e riempire la provetta). Consegnare il campione al laboratorio preferibilmente entro due ore dall’emissione.

Urocoltura

L'urina deve essere raccolta in un contenitore sterile che può essere ritirato presso il laboratorio analisi o acquistato in farmacia. E' consigliabile effettuare l'esame sulla prima urina del mattino (almeno 3 ore dopo l’ultima volta che si è urinato) seguendo questo procedimento:

1. Lavare la mani con acqua e sapone

2. Farsi accuratamente un bidet (distanziare le grandi labbra e pulire dall’avanti verso l’indietro), risciacquare con acqua corrente ed asciugare

3. Non raccogliere il primo getto di urina (che serve a “pulire” il tratto più esterno delle vie urinarie)

4. Raccogliere il secondo getto di urina, direttamente nel contenitore sterile facendo attenzione a non toccarlo con le mani nelle parti interne

5. Richiudere il contenitore e portarlo al laboratorio.

Terapie antibiotiche possono interferire sull'esito dell'esame e vanno segnalate alla consegna del campione presso il laboratorio.

Oral Glucose Tolerance Test (O.G.T.T.)

E’ necessario un digiuno di almeno 8 ore. Prima del test si può bere acqua ma non succo di frutta o altri liquidi che contengano zuccheri.

Nei giorni precedenti l'esame l’alimentazione dev'essere il più possibile quella seguita normalmente.

E’ preferibile non essere ammalati al momento del test, perché alcuni stati patologici potrebbero alterare il metabolismo del glucosio.

Tampone vagino-rettale

Si tratta di un unico tampone messo prima in vagina e poi nel retto.

La mattina dell'esecuzione esame fare bidet solo con acqua.

Non fare terapie locali con creme/ovuli/candelette vaginali nei tre giorni prima dell’esame. Non fare irrigazioni nelle 24 ore precedenti. Comunicare le eventuali terapie antibiotiche in corso o sospese negli ultimi giorni.

Astensione dai rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti il prelievo.

 

 

 

ASL VC - Azienda Sanitaria Locale di Vercelli
Sede Legale: C.so Mario Abbiate n. 21 - 13100 - Vercelli
Telefono centralino: 0161-593111 - Centralino Borgosesia: 0163-426111
E-mail certificata: aslvercelli@pec.aslvc.piemonte.it - CODICE FISCALE E PARTITA IVA 01811110020

Codice Unico Ufficio di IPA dell'A.S.L. "VC": UF9H8T

                    Redazione sito web a cura Settore Comunicazione ASL VC - Informativa sulla Privacy Logo di certificazione dell'accessibilità del sito secondo gli standard W3C tripla A