MeCAU

Medicina e Chirurgia d'Accettazione ed Urgenza (MeCAU) - Pronto Soccorso

Direttore: Roberta Petrino

 

Sede di Vercelli

 

Equipe Medici

Antonella Ciervo, Barbara Gabrielli, Roberta Marino, Francesco Moschella, Nicola Olita, Chiara Pizzorno, Elisabeth Salvador, Giuseppe Serafino, Marianna Tagliabue, Roberta Terribile, Diego Visconti, Carolina Rosso

 

Responsabile OBI e Malato critico

Aldo Tua

Responsabile maxiemergenza

Piercarlo Scarone

 

Coordinatore Infermieristico

Silvia Nazario


Ubicazione

Ospedale Sant’Andrea -  Corso Mario Abbiate nr. 21, piano terreno accesso dalla rampa lato sx ingresso ospedale

 

Contatti

TRIAGE Tel 0161/593333

Email dea.vercelli@aslvc.piemonte.it

 

 

 

Sede di Borgosesia

 

 

Equipe Medici

Coordinatore

Mario Leopizzi

Francesca Bellistri, Stefania Carnieletto, Antonio Dipalo, Carmelina Gargiulo, Mario Leopizzi, Sabino Lorusso, Andrea Maffiolini, Rossana Pasca, Alfredo Stoppa

 

Coordinatore Infermieristico

Marilena Carmagnola

 

 

Ubicazione

Ospedale SS Pietro e Paolo Via A.F. Ilorini Mo 20, piano interrato

 

Contatti

TRIAGE Tel 0163/426738

e-mail dea.borgosesia@aslvc.piemonte.it

 

 

Orario del Servizio:

Il Pronto Soccorso è operativo H24

  

Attività

Triage

L’ordine di accesso al DEA/PS non è determinato dall’ordine di arrivo, ma viene stabilito da infermieri professionali che esercitano l’attività di TRIAGE (dal francese “scegliere, selezionare, mettere in fila”) e prevede l’impiego di un Codice Colore, in cui a ogni colore corrisponde un livello di priorità e di urgenza. Egli assegna il Codice Colore in relazione al sintomo principale riferito, ad una serie di algoritmi decisionali presenti sul programma applicativo DEA HiTech per la valutazione dei fattori di rischio, a specifiche procedure ove queste esistano (es nel dolore toracico).

Lo scopo è quello di poter assistere immediatamente i pazienti più gravi e quindi, in funzione della gravità e dell’urgenza, tutte le altre persone presenti in DEA/PS.

In alcuni casi è previsto dalle flow chart in uso, che il paziente effettui ECG e/o prelievi ematici già in sala di triage prima di accedere alla sala visita. In questo caso l’ECG viene fatto immediatamente visionare da uno dei medici presenti nelle sale visita o in OBI, e si decideranno quindi le azioni da intraprendere.

 

I CODICI COLORE

Cerchio RossoCODICE ROSSO:  emergenza

Cerchio GialloCODICE GIALLO:  urgenza indifferibile

Cerchio VerdeCODICE VERDE:  urgenza differibile

Cerchio BiancoCODICE BIANCO:  non urgenza inappropriato

 

Visita medica

La visita medica avviene, nel limite del possibile rispettando i tempi di attesa, in una delle sale visita del DEA/PS o in sala emergenza.

Nel caso di codici rossi e gialli il paziente contestualmente alla visita viene trattato e stabilizzato secondo necessità, avvalendosi delle risorse tecnologiche (monitor, defibrillatore, ventilatore meccanico, ecografo portatile etc.) ed eventualmente di consulenze specialistiche immediate. La stabilizzazione dei pazienti critici, può essere prolungata anche per molte ore, allo scopo di meglio destinare il paziente verso il reparto più appropriato, senza effettuare ricoveri in terapia Intensiva non necessari né ricoveri in reparto di degenza a rischio.

A Borgosesia i pazienti critici vengono generalmente centralizzati al DEA di Vercelli.

Per i codici verdi e bianchi si stabilisce un iter diagnostico-terapeutico appropriato in base al sospettoclinico. Particolare rilevanza viene data al trattamento del dolore, che non sarà in nessun caso dilazionato in attesa dell’esito di accertamenti, essendo un obiettivo prioritario del DEA quello di alleviare la sofferenza del paziente nel più breve tempo possibile.

Sono previsti dal regolamento del DEA i cosiddetti “percorsi brevi” per cui l’infermiere di triage, per codici a bassa priorità decide di inviare il paziente direttamente a visita specialistica, come suggerito dal sintomo presentato dal paziente e solo nel caso in cui il sintomo sia isolato e certamente di pertinenza specialistica. I percorsi brevi possibili sono in Pediatria, Ostetricia, sia a Vercelli che a Borgosesia, Dermatologia, Oculistica, Odontoiatria Otorinolaringoiatria solo a Vercelli. In questi casi il paziente non viene visitato dal medico de Pronto Soccorso, ma unicamente dallo specialista. Se questi tuttavia ritenesse necessario rinviare il paziente al DEA/PS per ulteriori accertamenti lo potrà fare, previo accordi con il medico DEA/PS.

 

Osservazione

Nel caso in cui il sospetto clinico non permetta una definizione diagnostica immediata, ma un’osservazione prolungata atta ad escludere situazioni a rischio (es. sindrome coronarica acuta nel dolore toracico, situazione a bassa probabilità ma ad alto rischio) oppure nel caso in cui la patologia sottesa al sintomo sia di rapida diagnosi ma con un livello di sofferenza elevato che necessiti di trattamento prolungato (es. colica renale o crisi asmatica, situazione ad alta probabilità ma a basso rischio) si predispone l’osservazione breve intensiva (OBI) del paziente.

La durata dell’OBI è da 6 a 30 ore, e avviene o nel locale “open space” fornito di letti monitorizzati. Durante l’osservazione il paziente segue un iter di accertamenti, rivalutazioni e trattamenti in accordo con i percorsi clinici approntati secondo le indicazioni Regionali e pubblicati sull’intranet aziendale.

 

Dimissione

Al termine dell’iter diagnostico-terapeutico, una volta definita la diagnosi o escluse le diagnosi potenzialmente evolutive il medico DEA/PS, che in quel momento ha in carico il paziente, ne decide la destinazione che può essere:

Dimissione a domicilio dopo visita o dopo osservazione breve;

Ricovero in reparto di degenza o in terapia intensiva cardiologica o generale;

Trasferimento del paziente in altro presidio di ricovero e cura.

 

Dotazioni tecnologiche peculiari

La struttura è dotata di centralina per il monitoraggio non invasivo dei pazienti, con N. 8 monitor collegabili, di Computer collegato al sistema TEMPORE per il trasferimento di immagini radiologiche ai DEA di II° livello, di pompe infusionali per la somministrazione di terapia endovenosa controllata, di ventilatori per la ventilazione meccanica non invasiva e invasiva, di 2 ecografi multidisciplinari portatili e di 3 defibrillatori.

Nel Pronto Soccorso di Borgosesia vi è il collegamento in tutti i locali con la rete aziendale per l’utilizzo degli stessi applicativi che vi sono a Vercelli. Sono inoltre presenti una centralina di monitorizzazione sita in zona triage, con la possibilità di collegare 6 monitor, telecamere a circuito chiuso site in sala OBI, pompe infusionali e ventilatori.

 

Punti di forza

Impegno nell'uniformare la preparazione di Medicina d'Urgenza omogenea a tutti i medici che provengono da specialità diverse (medicina interna e chirurgia prevalentemente).

Lotta al dolore come obiettivo fondamentale, per cui siamo all'avanguardia ed abbiamo protocolli ad hoc per le procedure dolorose, per il dolore acuto etc.

progetti formativi su simulazione in medicina d'urgenza e sulle maxiemergenze, in collaborazione con il centro dell'Università del Piemonte Orientale CRIMEDIM.

 

 

Aiutaci a migliorare. Aderisci anche tu all'indagine di gradimento dei nostri servizi

Customer Satisfaction on line

 

ASL VC - Azienda Sanitaria Locale di Vercelli
Sede Legale: C.so Mario Abbiate n. 21 - 13100 - Vercelli
Telefono centralino: 0161-593111 - Centralino Borgosesia: 0163-426111
E-mail certificata: aslvercelli@pec.aslvc.piemonte.it - CODICE FISCALE E PARTITA IVA 01811110020 - Privacy
Codice Unico Ufficio di IPA dell'A.S.L. "VC": UF9H8T

                    Redazione sito web a cura Settore Comunicazione ASL VC Logo di certificazione dell'accessibilità del sito secondo gli standard W3C tripla A