Cos'è l'assistenza addizionale?

In alcuni casi (per esempio per donne con gruppo sanguigno Rh negativo, oppure donne lavoratrici della prima infanzia, ...) o in caso di gravidanza patologica, il percorso nascita richiede una assistenza addizionale con prestazioni specifiche per il singolo caso. Questa sezione potrà essere di volta in volta integrata con le indicazioni aggiuntive necessarie.

Per le prestazioni aggiuntive il medico (di base, di consultorio, di poliambulatorio) dovrà specificare, sulle impegnative non disponibili nell’Agenda, il codice di esenzione M50 per la condizione patologica e la settimana di gravidanza al momento della richiesta.

 

Contenuti della sezione:

Emergenze - Urgenze

 

 

Emergenze - Urgenze

In generale, per un corretto utilizzo del Pronto Soccorso e soprattutto per ricevere risposte assistenziali adeguate, è importante non sovraccaricare il servizio con richieste inappropriate e sapere che l’accesso alle cure è organizzato sulla base dell’urgenza della situazione (= TRIAGE).

Codice rosso: per i casi urgenti che richiedono cure immediate non rinviabili
Codice giallo: per i casi di media gravità che possono essere messi in attesa quando si presenti contemporaneamente un caso grave (rosso)
Codice verde: per i casi che non richiedono interventi urgenti
Codice bianco: per i casi meno gravi che non presentano caratteristiche d’urgenza e che possono subire tempi di attesa anche prolungati e sono tenuti al pagamento del ticket (= partecipazione alla spesa)

Il Pronto Soccorso degli Ospedali in cui sono presenti il medico-ostetrico/ginecologo e l’ostetrica di guardia può dare risposta ai problemi di emergenza- urgenza che possono presentarsi lungo il percorso nascita. (Verificare sulla Carta dei Servizi dell’ASL inserita nell’Agenda o sul sito delle ASL).
E' importante sapere che il Pronto Soccorso non può dare risposte adeguate se ci si presenta per un normale bilancio di salute materno-fetale. La disponibilità del servizio 24 ore su 24 è riservata alle urgenze e non deve portare a credere di potervi trovare risposta per qualsiasi tipo di problema sanitario. I Consultori e gli Ambulatori distrettuali di ostetricia sono i servizi pubblici da utilizzare per i Bilanci di Salute materno-fetale programmati lungo il percorso nascita.

In presenza di sintomi che possono destare allarme (esempio perdite di sangue, altre perdite, mal di testa violento, dolore addominale acuto, vomito incontenibile, febbre, utero contratto, movimenti fetali ridotti o non percepiti rispetto alla condizione abituale) che compaiano in orari in cui i servizi/professionisti che seguono la gravidanza sono disponibili, è consigliabile consultare detti servizi/professionisti prima di recarsi direttamente al Pronto Soccorso. Il servizio/professionista di riferimento conosce l’evoluzione della gravidanza ed ha gli elementi per meglio consigliare la donna sul da farsi.
Negli orari di chiusura dei servizi si consiglia comunque di telefonare ai riferimenti. In caso di violenza subita in gravidanza è sempre necessario rivolgersi al Pronto Soccorso.
In ogni caso quando ci si reca in Pronto Soccorso è necessario portare con sé l’Agenda e ogni altro documento utile alla valutazione della situazione.