Recupero Crediti per i ticket non pagati anno 2014

CREDITS

L’Asl VC sta procedendo alla spedizione delle lettere destinate a tutti coloro che nell’anno 2014 hanno usufruito di prestazioni sanitarie in regime di esenzione da reddito non avendone diritto.

È una attività che l’Asl porta avanti per legge e che fa seguito a un controllo incrociato dei dati finanziari/reddituali da parte del Ministero dell’Economie e delle Finanze (MEF), del Ministero del Lavoro e del Ministero della Salute. L’accertamento ha, infatti, messo in evidenza che le autocertificazioni a suo tempo presentate non corrispondevano alla reale posizione reddituale/lavorativa del firmatario.

La richiesta di pagamento si riferisce a prestazioni sanitarie su cui è stata apposta un’esenzione per reddito, a fronte di una autocertificazione fornita dall’utente.

 

FAQ (frequently asked questions)

 

Su che tipo di ricette vertono i controlli?

La richiesta di pagamento è riferita a prestazioni sanitarie usufruite nel 2014 su cui è stata apposta un’esenzione per reddito a fronte di una autocertificazione fornita dall’utente. A seguito di un controllo incrociato dei dati finanziari/reddituali da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) e della Guardia di Finanza, risulta che tali esenzioni non siano veritiere. Successivamente a questi controlli, il MEF ha richiesto all’ASL il recupero dei crediti.

 

Dove posso recarmi per avere dettagli sulla mia posizione fiscale?

I cittadini che avessero dubbi o necessità di chiarimenti possono verificare la propria posizione fiscale presso i propri consulenti di riferimento (CAF, Commercialista, Patronati, ecc). L'ASL infatti non ha alcuna possibilità di entrare nel merito in quanto non ha accesso ai data base del MEF.

 

Dove posso trovare le informazioni per il pagamento?

Tutte le informazioni circa la modalità di pagamento, ovvero importo dettagliato, numero di CCP e causale, verranno fornite a ciascun utente nella lettera recapitata.

 

Essendo esente per patologia ma non essendo stata apposta l'esenzione alla ricetta specifica, posso correggerla?

Le ricette sono documenti ufficiali che possono essere redatti ed eventualmente modificati solo ed esclusivamente dal medico che li compila e che ne è responsabile. Pertanto non è possibile intervenire a posteriori sulle ricette in oggetto modificando in alcun modo quanto indicato ed acquisto agli atti.

Le ricette oggetto di contestazione sono richieste di prestazioni sanitarie su cui è stata indicata esclusivamente una esenzione per reddito, e non una esenzione per patologia nonostante alcuni soggetti interessati ne siano comunque in possesso. Per i motivi di cui sopra, non è possibile intervenire modificando la tipologia di esenzione. Si approfitta per ricordare a tutti gli utenti che è proprio interesse verificare la correttezza della compilazione di ciascuna ricetta, ovvero verificare che i dati personali siano corretti e l’eventuale esenzione (reddito o patologia) sia apportata e corretta. Le esenzioni per patologia, si precisa, coprono esclusivamente le prestazioni oggetto di verifica per il monitoraggio della patologia stessa. E’ probabile quindi che, mentre una esenzione per reddito copre l’intera ricetta, l’esenzione per patologia esenti solo le prestazioni collegate e quindi possa essere parziale nei casi, ad esempio, di prestazioni multiple come per i prelievi ematici.

 

Su che base viene calcolato l'imponibile?

Qualunque certificazione di reddito viene calcolata sull’importo imponibile lordo e non sul netto in riferimento alla dichiarazione dei redditi dell'anno precedente (quindi posizione reddituale 2013) del nucleo fiascale di appartenenza o posizione lavorativa 2014.

 

E' possibile prevedere una rateizzazione?

Si, è prevista la facoltà di rateizzare il dovuto in accertate situazioni di difficoltà economica per importi superiori ad € 200,00 e per un periodo non superiore a 120 giorni dalla data del ricevimento e un massimo di 4 rate.

 

Che tipo di supporto possono fornire gli uffici distrettuali dell'ASL?

Gli uffici distrettuali dell'ASL VC sono a disposizione per chiarimenti legati alle prestazioni sanitarie e agli importi ma non ad aspetti fiscali o tributari che dovranno essere verificati presso le opportune sedi.

 

Quali sono i codici di esenzione ed i tetti di reddito per ciascuno?

E01: cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito lordo complessivo non superiore a euro 36.151,98 (il minore al compimento del sesto anno non potrà più usufruire di tale esenzione);

E03: titolari di pensione o assegno sociale e loro familiari a carico;

E04: titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito lordo complessivo inferiore a euro 8.263,31, incrementato fino a euro 11.362,05 in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori euro 516,46 per ogni figlio a carico;

E05: compartecipazione alla spesa farmaceutica: residenti in Piemonte compresi tra i 6 e i 65 anni di età con reddito lordo familiare inferiore a 36.151,98 euro.

 

Come mi devo comportare se sono in possesso di esenzione E02?

L'esenzione con il codice E02, (ovvero il disoccupato, iscritto al Centro per l’Impiego - non in cerca di un primo lavoro - e suoi familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito lordo complessivo inferiore a euro 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori euro 516,46 per ogni figlio a carico), non è automaticamente rinnovabile. Considerata pertanto l’estrema variabilità della condizione, la proroga non è automatica. I possessori devono annualmente recarsi alla propria Asl di riferimento per l’eventuale rinnovo del certificato. 

 

Chi è responsabile delle certificazioni di reddito?

Occorre ricordare e ribadire che l’assistito è sempre responsabile dell’eventuale utilizzo dell’attestazione di esenzione. E’ pertanto necessario verificare se si siano modificate le proprie condizioni reddituali o di stato civile che determinino la perdita del diritto, pena l’applicazione delle sanzioni previste in merito dalla legge[1].

 

Cosa devo fare se sono cambiate le mie condizioni reddituali?

E’ responsabilità dell’assistito comunicare tempestivamente alla ASL la perdita del diritto di esenzione pena l’applicazione delle sanzioni, anche penali, previste in merito.

 

A chi mi devo rivolgere per osservazioni o chiarimenti?

E' stato istituito il numero verde 800 011 311 dedicato a gestire le prime istanze e a fissare appuntamenti con i funzionari referenti della pratica.

Inoltre verranno accolte istanze formulate per iscritto (corredate anche di documentazione) nelle seguenti modalità:

 


[1] Art. 75 del DPR 445/2000

 

 

 

 

 

ASL VC - Azienda Sanitaria Locale di Vercelli
Sede Legale: C.so Mario Abbiate n. 21 - 13100 - Vercelli
Telefono centralino: 0161-593111 - Centralino Borgosesia: 0163-426111
E-mail certificata: aslvercelli@pec.aslvc.piemonte.it - CODICE FISCALE E PARTITA IVA 01811110020 - Privacy
Codice Unico Ufficio di IPA dell'A.S.L. "VC": UF9H8T

                    Redazione sito web a cura Settore Comunicazione ASL VC Logo di certificazione dell'accessibilità del sito secondo gli standard W3C tripla A