Letture ad alta voce nel reparto di psichiatria di Vercelli: Il racconto che cura

letture in cerchio

Raccontare per raccontarsi, ma senza parlare di malattia. È questo l’obiettivo del nuovo progetto di medicina narrativa partito all’interno della Struttura Psichiatrica di Diagnosi e Cura (SPDC) dell’Asl di Vercelli di cui è responsabile la dott.ssa Silvia Ferraris.

Già avviato da alcuni mesi, il progetto prevede la lettura ad alta voce di racconti ai pazienti ricoverati: un’ora a settimana, ogni lunedì dalle 15:30 alle 16:30.

 

Roberta Ramazzina è l’educatrice che coinvolge i pazienti nella “lettura in cerchio” e l’adesione è libera. Dopo circa 40 minuti di ascolto vi è uno spazio di confronto e di riflessione.

Da Sepulveda a Jean Giono, più autori e più storie da ascoltare per stimolare la fantasia, i ricordi, l’attenzione e per mettere ordine. Dalla natura all’amicizia i temi che emergono possono essere diversi; si parte, infatti, dal presupposto che il testo letterario, proprio perché polisemantico, tenga insieme nello stesso momento più significati, ma senza che nessuno di essi prevalga.

Dopo l’avvio dell’arteterapia nei mesi scorsi, questa iniziativa è un ulteriore tassello nel processo avviato dall’SPDC di Vercelli per mettere in luce quel lato del percorso di cura e di trattamento del paziente psichiatrico nella sua fase di acuzie che spesso è poco conosciuto, ma che viene attuato e sviluppato ogni giorno attraverso l’utilizzo di più strumenti. La lettura è uno di essi ed è un’esperienza che nelle strutture territoriali della SC Psichiatria di Vercelli, come ad esempio nei centri diurni, è già consolidata da oltre 15 anni.

La lettura, in generale, fa bene perché “impegna” la mente, dal momento che nei pazienti affetti da un disagio psichico può essere presente anche una compromissione delle funzioni cognitive. Inoltre la rielaborazione dell’identificazione nei personaggi narrati permette di acquisire auto-consapevolezza. Adesso la sfida è quella di poter alimentare i percorsi di cura e riabilitazione con sempre maggiori stimoli grazie a tutte le prospettive e alle suggestioni che la lettura ad alta voce porta con sé.

ASL VC - Azienda Sanitaria Locale di Vercelli
Sede Legale: C.so Mario Abbiate n. 21 - 13100 - Vercelli
Telefono centralino: 0161-593111 - Centralino Borgosesia: 0163-426111
E-mail certificata: aslvercelli@pec.aslvc.piemonte.it - CODICE FISCALE E PARTITA IVA 01811110020

Codice Unico Ufficio di IPA dell'A.S.L. "VC": UF9H8T

                    Redazione sito web a cura Settore Comunicazione ASL VC - Informativa sulla Privacy Logo di certificazione dell'accessibilità del sito secondo gli standard W3C tripla A