Il Comitato dei Sindaci di Distretto, di cui all’art. 3-quater del D.Lgs. 502/92 e s.m.i., è l’organo di partecipazione alla programmazione socio-sanitaria a livello distrettuale.

E’ composto dai Sindaci dei Comuni compresi nell’ambito territoriale del Distretto; le attribuzioni e le modalità di funzionamento sono normate, oltre che dal D.Lgs. 502/92 e s.m.i., dalla L.R. 6.8.2007, n. 18.

In particolare, il Comitato:

esprime parere obbligatorio sulla proposta, formulata dal Direttore di Distretto, relativa al Programma delle Attività Territoriali-Distrettuali;

esprime parere obbligatorio, limitatamente alle attività socio-sanitarie, sull’atto del Direttore Generale con il quale viene approvato il suddetto Programma, coerentemente con le priorità stabilite a livello regionale;

concorre alla verifica del raggiungimento dei risultati di salute definiti dal Programma stesso;

garantisce la diffusione dell’informazione sui settori socio-sanitari e socio-assistenziali e la promozione, a livello di indirizzo politico, delle relative attività in forma integrata e coordinata;

predispone ed approva i Profili e Piani di Salute (PEPS) relativi alla rete dei servizi socio-sanitari.